Accedi al corso

Presentazione

Bando SSPL a.a. 2020-2021

Avvisiamo tutti coloro che sono interessati ad iscriversi al test di ingresso per la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, che troveranno il bando e le relative informazioni al seguente link:

https://www.unimi.it/it/corsi/corsi-post-laurea/scuole-di-specializzazione-catalogo-corsi/catalogo-scuole-di-specializzazione-altre-aree

Per qualsiasi dubbio, Vi invitiamo a contattarci via mail all'indirizzo scuola.forense@unimi.it

La segreteria SSPL

Ammissione

La Scuola è a numero programmato.
Vi si accede tramite un concorso pubblico per titoli ed esame, bandito con Decreto Ministeriale – che ne determina il numero - e pubblicato dall’Università degli Studi di Milano.

Sono ammessi al concorso coloro i quali hanno conseguito il Diploma di Laurea in Giurisprudenza secondo il vecchio ordinamento e coloro che hanno conseguito la Laurea specialistica o magistrale in Giurisprudenza sulla base degli ordinamenti adottati in esecuzione del regolamento di cui al decreto del Ministro dell'Università e della Ricerca scientifica e tecnologica del 3 novembre 1999, n. 509 e successive modificazioni, in data anteriore alla prova d’esame.


Si prega di porre la massima attenzione alla scadenza dell’iscrizione alla prova di ammissione.
La procedura di ammissione on line prevede l'upload dei seguenti documenti: autocertificazione di tutti gli esami di profitto superati per il conseguimento della laurea con la rispettiva votazione e gli anni accademici di iscrizione e la media curriculare (solo per i laureati presso altri Atenei). La domanda di ammissione on line non è modificabile, né puo' essere integrata con ulteriore documentazione una volta confermata.

Effettuare quindi l’iscrizione obbligatoria on line collegandosi al sito www.unimi.it e cliccare sui seguenti comandi:
  • Servizi Sifa on-line
  • Servizi di Ammissione
  • Ammissione ai corsi post-laurea
  • Ammissione Scuole di Specializzazione


E’ possibile scaricare il modulo di pagamento per il test d’ammissione “codice 2” cliccando:
  • Segreterie studenti
  • Moduli di pagamento

La prova d’esame, che ha contenuto identico sul territorio nazionale, consiste nella soluzione di 50 quesiti a risposta multipla su argomenti di diritto civile, penale, amministrativo, processuale civile e procedura penale.
Il tempo massimo a disposizione per la prova è di 90 minuti.
Non è ammessa nelle prove del concorso la consultazione di testi e di codici commentati e annotati con la giurisprudenza.

La commissione giudicatrice, costituita annualmente con decreto rettorale, dispone di 60 punti dei quali 50 per la valutazione della prova di esame, 5 punti per la valutazione del curriculum e 5 punti per il voto di laurea. La valutazione del curriculum e del voto di laurea avviene secondo i criteri stabiliti dal D.M. n. 537/99, per maggiori dettagli si veda il bando di concorso.

La graduatoria dei partecipanti sarà pubblicata sul sito internet www.unimi.it Servizi online SIFA.
I candidati utilmente collocati in graduatoria dovranno procedere all’immatricolazione entro il termine pubblicato a margine della graduatoria. Chi non ottempererà nei termini sopra indicati, sarà considerato rinunciatario.

Per l'a.a. 2020/2021, occorrerà attendere l'uscita del Bando Ministeriale che solitamente avviene durante il periodo estivo.

Normativa di riferimento
La Normativa di riferimento per la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali comprende i seguenti elementi:

Decreto n.398/1997

Decreto n. 537/1999

Legge n. 48/2001

Decreto n. 120/2004

Decisione del Consiglio di Stato ottobre 2005

Decreto n. 160/2006

Consiglio direttivo

La Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali è guidata da un Consiglio Direttivo presieduto da un Direttore.
Il Consiglio Direttivo è composto da dodici membri, di cui sei professori universitari, designati dal Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza, due magistrati, due avvocati e due notai, scelti nell’ambito di rose di nominativi formulate rispettivamente dal Consiglio Superiore della Magistratura, dal Consiglio Nazionale Forense e dal Consiglio Nazionale del Notariato.
Il Consiglio Direttivo è nominato con Decreto Rettorale e rimane in carica quattro anni.

Il Direttore è eletto fra i professori universitari in seno al Consiglio; successivamente viene approvato dal Consiglio di Facoltà e nominato con Decreto Rettorale.
Il Direttore rimane in carica tre anni e può essere rieletto una volta.
Il Direttore, designato per il triennio 2017/2020, attualmente in carica è la Prof.ssa Laura SALVANESCHI.

Il Consiglio Direttivo cura la gestione organizzativa della Scuola; definisce la programmazione delle attività didattiche; esercita le attribuzioni di docenza, valuta i curriculum didattici degli specializzandi, in conformità con gli statuti di autonomia e con i regolamenti didattici di ateneo.

Componenti del Consiglio Direttivo:

Membri designati dal Consiglio della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano:
  • Prof.ssa Laura SALVANESCHI
  • Prof. Luca BERTONAZZI
  • Prof. Gianluigi GATTA
  • Prof. Christian ROMEO

Membro designato dal Consiglio Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca:
  • Prof. Filippo DANOVI

Membro designato dal Consiglio Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi dell’Insubria:
  • Prof. Maurizio CAFAGNO

Membri designati dal Consiglio Nazionale Forense:
  • Avv. Manuela MUSCARDINI
  • Avv. Flavio RATTI

Membri designati dal Consiglio Nazionale del Notariato:
  • Dott. Lorenzo STUCCHI
  • Dott. Federico DE STEFANO

Membri designati dal Consiglio Nazionale della Magistratura:
  • Dott.ssa Nunzia GATTO
  • Dott. Paolo GUIDI

Organizzazione didattica

La Scuola offre ai propri iscritti corsi di carattere teorico-pratico finalizzati alla preparazione degli esami e dei concorsi per l'accesso alle professioni di avvocato e di notaio, nonchè alla magistratura.Con riguardo a questo ultimo concorso il diploma della Scuola costituisce condizione necessaria per l'ammissione.

La Scuola ha durata biennale, è articolata in un primo anno comune a tutti gli iscritti (area A) seguito da un secondo anno più specificatamente finalizzato alla specializzazione negli indirizzi giuridiziario-forense (area B) e notarile (area C), quest'ultimo realizzato in convenzione con la Scuola di Notariato "Federico Guasti" di Milano.

Area A) I^ anno (comune a tutti gli allievi)
Approfondimenti teorici e giurisprudenziali e attività pratiche in materia di diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo, diritto processuale civile, diritto processuale penale, diritto commerciale, diritto costituzionale, diritto dell’unione europea, diritto del lavoro e della previdenza sociale, diritto tributario, elementi di informatica e di economia e contabilità industriale.

Area B) II^ anno – indirizzo giudiziario – forense
Approfondimenti disciplinari e attività pratiche nelle materie oggetto delle prove concorsuali per uditore giudiziario e dell’esame di accesso all’avvocatura secondo la normativa vigente, tenuto conto del percorso formativo e del livello di preparazione degli studenti, nelle altre materie di cui all’area A, nel diritto ecclesiastico, deontologia forense, ordinamento giudiziario, tecnica della comunicazione e della argomentazione, diritto internazionale privato.

Area C) II^ anno – indirizzo notarile
Approfondimenti teorici e giurisprudenziali e attività pratiche in materia di diritto delle persone, diritto di famiglia, diritto delle successioni, diritto della proprietà e dei diritti reali, diritto della pubblicità immobiliare, diritto delle obbligazioni e dei contratti, diritto dei titoli di credito, diritto delle imprese e delle società, della volontaria giurisdizione, diritto urbanistico e dell’edilizia residenziale pubblica, diritto tributario, della legislazione e della deontologia notarile.

Le attività didattiche della Scuola si svolgono in conformità all’ordinamento didattico e sulla base del calendario fissato all’inizio di ogni accademico.
I corsi hanno una durata di circa 500 ore annue, suddivise in lezioni, esercitazioni e attività di tirocinio. Le esercitazioni prevedono la redazione di temi, atti e pareri con correzione individuale degli elaborati e seguente discussione in aula degli stessi e della fattispecie giudirica relativa. Per consentire condizioni migliori di svolgimento di tali attività e per garantire un più stretto rapporto tra docente e discente è prevista la suddivisione degli iscritti in sottogruppi durante le esercitazioni e/o lezioni.

Le lezioni si svolgono presso la sede della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali di Milano, nelle aule messe a disposizione dall’Ateneo per la Facoltà di Giurisprudenza presso la sede didattica di Via Mercalli, 21.
Nel corso del biennio gli specializzandi sono autorizzati ad avvalersi delle strutture didattiche delle Università consorziate, in primis di biblioteche ed aule informatiche dell'Università degli Studi di Milano.

Tutti i materiali didattici di supporto previsti per lezioni ed esercitazioni così come avvisi e omunicazioni didattico-organizzative destinate agli specializzandi, verranno forniti in formato digitale tramite il sito Web della Scuola di Specializzazione.

La frequenza alle attività didattiche della Scuola è obbligatoria.
Il massimo delle ore di assenza consentite annualmente ammonta a 130 così suddivise: fino a 60 ore non è necessaria nessuna giustificazione; fra le 60 e le 130 ore è necessario produrre giustificativo (ad esempio per malattia, gravidanza o servizio militare). Altri tipi di assenze potranno essere accettate a discrezione del Consiglio Direttivo che deciderà un eventuale recupero delle ore.
Le assenze oltre le 130 annuali, comportano l’esclusione dalla Scuola.

Nel corso dell’anno per ciascuna materia sono previste da 1 a 4 prove valutative che determinano la media di ammissione al secondo anno.
Il passaggio dal primo al secondo anno di corso è subordinato al giudizio favorevole del Consiglio Direttivo sulla base della valutazione complessiva dell’esito delle verifiche intermedie relative alle diverse attività didattiche: lo specializzando alla fine del primo anno dovrà avere riportato voti superiori ai 18/30 in tutte le materie (massimo due debiti), dovrà aver terminato il periodo di tirocinio e dovrà avere assenze inferiori alle 130 ore.
Nel caso di giudizio sfavorevole, lo specializzando potrà ripetere l’anno di corso una sola volta.

L’ammissione all’esame finale di diploma - al termine del secondo anno di corso - è anch'essa subordinata alla valutazione complessiva dell’esito delle diverse attività didattiche (media degli esiti delle prove di valutazione per materia, completamento del tirocinio, assenza inferiori alle 130 ore).
L’esame finale consiste in una prova scritta su argomenti interdisciplinari.
Tale prova verrà valutata, insieme al curriculum di ogni specializzando, da una commissione giudicatrice composta da 7 membri (4 professori universitari, 1 magistrato, 1 avvocato, 1 notaio).

Al termine dei corsi e dopo il superamento della prova finale, viene rilasciato il diploma di specializzazione.




Piano didattico

Piano didattico I anno di corso a.a. 2019/2020

Diritto Amministrativo
corso di 70 ore
(30 lezione + 40 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Maurizio CAFAGNO

Diritto Civile
corso di 89 ore
(35 lezione + 54 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Christian ROMEO

Diritto Penale
corso di 89 ore
(35 lezione + 54 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Marco SCOLETTA

Diritto Processuale Amministrativo
corso di 36 ore
(10 lezione + 26 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Luciano SALOMONI

Diritto Processuale Civile
corso di 72 ore
(28 lezione + 44 esercitazione)
Titolare del corso: Avv. Manuela MUSCARDINI

Diritto Processuale Penale
corso di 72 ore
(28 lezione + 44 esercitazione)
Titolare del corso: Dott. Guglielmo LEO

Ordinamento Giudiziario
corso di 6 ore
Titolare del corso: Prof.ssa Francesca BIONDI



Piano didattico II anno di corso a.a. 2019/2020

Diritto Amministrativo
corso di 90 ore
30 lezione + 60 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Luca BERTONAZZI

Diritto Civile
corso di 90 ore
(30 lezione + 60 esercitazione)
Titolari del corso: Dott. Vittorio BACHELET, Dott. Andrea DAL MARTELLO, Dott.ssa Francesca FIECCONI

Diritto Penale
corso di 90 ore
(30 lezione + 60 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Pietro CHIARAVIGLIO

Diritto Processuale Amministrativo
corso di 51 ore
(20 lezione + 31 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Luca BERTONAZZI

Diritto Processuale Civile
corso di 60 ore
20 Lezione + 40 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Alberto TEDOLDI

Diritto Processuale Penale
corso di 60 ore
20 Lezione + 40 esercitazione)
Titolare del corso: Prof. Manfredi BONTEMPELLI

Deontologia forense
corso di 12 ore
Titolare del corso: Prof. Avio Giacovelli

Organizzazione dei tirocinii

La Scuola cura con particolare attenzione l'organizzazione di tirocini, efficaci e istruttivi, inserendo gli specializzandi nella concreta operatività delle loro future realtà professionali.

Nei tempi appositi, a ciascun immatricolato verrà richiesta la personale scelta, tramite un apposito modulo con varie preferenze, predisposto da una interna Commissione per i tirocini che si preoccuperà di collocare i singoli specializzandi.

La Commissione, scelta e designata in seno al Consiglio Direttivo, assegnerà a ogni singolo specializzando, un referente affidatario il quale dovrà firmare l’effettivo espletamento delle ore di tirocinio entro il termine di ciascun anno di corso.

I tirocini si potranno svolgere - secondo le preferenze degli specializzandi e compatibilmente con le concrete disponibilità - presso gli Uffici Giudiziari (Tribunale civile e penale), Procura della Repubblica, Avvocatura dello Stato e studi professionali legali e notarili (in questo ultimo caso solo se lo specializzando avrà optato per la frequenza notarile al II^ anno di corso).

Il periodo di tirocinio è obbligatorio per un monte ore minimo di 300 ore annue, in aggiunta alla didattica frontale.

Ogni specializzando si impegnerà alla segretezza e riservatezza in merito alle informazioni acquisite durante il periodo di tirocinio, firmando un apposito modulo.

Entro il termine del biennio, lo specializzando dovrà aver concluso il tirocinio.

Segreteria e direzione

Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali
Via Santa Sofia, 9/1 20122 Milano
Mail: scuola.forense@unimi.it
Telefono: 02-50321564

Direttore, Prof.ssa Laura Eugenia Maria Salvaneschi
Mail: laura.salvaneschi@unimi.it